Balliamo sul Mondo

24232258_1558385437576820_2483060124638986826_n
Sahara 2017 Marocco

Se per quasi 10 anni a scadenza regolare dopo aver postato foto e racconti delle tue avventure tra parenti, amici e social, continuano a dirti che dovresti scrivere, beh forse è il caso di seguire queste vocine. ( che non sono solo nella mia testa!)

Quindi eccomi qui, cercando di creare il mio primo travel blog.

Ai nostri giorni essere blogger è a tutti gli effetti un lavoro. Personalmente non ho mai voluto iniziare perché non credevo sarei stata in grado di aggiornare o scrivere contenuti interessanti a scadenza regolare, o semplicemente non avevo abbastanza fiducia in me stessa… Ma dato che tutti continuavamo a dirmi di prendere la cosa seriamente, eccomi qui davanti ad una pagina vuota cercando di riempirla. La stessa cosa accadde per la danza ricordo. Furono gli altri a dirmi di prenderlo seriamente!

Grazie al mio lavoro di danzatrice ho viaggiato molto…Ma non ho mai tenuto un diario di bordo! Ho sempre invidiato chi  riusciva a tenerlo, magari disegnando o collezionando in maniera ordinata le proprie esperienze appena le viveva.

24301459_1541824635905761_1513703677037761947_n
Taj Mahal-Agra-India

Nelle mie numerose avventure ho sempre avuto qualche viaggiatore o viaggiatrice che avevano un bel taccuino su cui racchiudevano le loro storie. Li guardavo come Golllum guarda il suo anello….Avrei voluto anche io essere cosi! Un misto di ammirazione ed invidia mi pervadeva…..Che belle pagine piene ed ordinate, ooh… che meraviglia e che minuzia nell’annotare tutto seduta stante!!!

Il mio animo bohemien mi portava sempre a non farlo, ero presa dal momento, ero contraria a fermarmi anche solo per un attimo e scrivere, dovevo vivere tutto li per li! Ogni secondo ogni emozione! Non avevo tempo per fermarmi e scrivere tutto! ( per le foto invece, il tempo c’era eccome!)

…Ma la pura verità è che ecco,….. io ……..SONO UNA GRAN DISORDINATA! Di quaderni da scrittrice  ne ho avuti molti, in ognuno lasciavo frammenti spezzati di storie, alcuni hanno solo poche pagine scritte, altri sono stati persi…..

Quindi vedete, l’idea di diventare una travel blogger , una blogger in generale non mi attirava. Perché per quanto volessi non ero minimamente organizzata…Non lo sarei mai stata………

Ed il cellulare direte voi?

Oramai siamo in un era digitale , in cui sono davvero pochi nostalgici  che si affidano ancora a carta e penna come gli amici  di cui sopra……ed ecco amici,  IO SONO ANCHE LA SBADATAGGINE FATTA PERSONA….ho provato per un periodo ad annotare qualcosa sulle notes del mio I phone, ma a parte avere problemi con la tecnologia , ho perso ( e ritrovato! *vedi episodio i phone perso nel Deserto del Sahara) vari telefoni in giro per il mondo ( ** tipo telefono perso in Turchia, e giornata passata con i poliziotti che non parlavano inglese in un paesino del sud della costa turca! Risultato? Un bel souvenir della mia denuncia completamente in turco!).

Per iniziare un blog avrei dovuto avere qualche modello di riferimento.Ho provato a capire come lavoravano fashion e travel blogger, non sono ne fashion  ne ricca , ne bionda come Chiara Ferragni e ( per fortuna) non uso le pellicce. Ammetto che seguo e  mi piace molto lo stile di scrittura di Selvaggia Lucarelli, di cui condivido almeno i natali.

Ma proverò ad essere me stessa, perdonatemi quindi in anticipo per i miei errori da principiante.

Per fortuna  , anche se non catalogati , ho molti album delle mie avventure e molti consigli da voler condividere .Il mio focus saranno le  VIAGGIATRICI DONNE.

IMG_9519
Scolaresca al Palazzo del Golestan-Tehran IRAN

Quindi eccomi finalmente nella community delle travel bloggers, sono pronta.

In realtà sognavo ed aspettavo di avere un posto tutto mio dove poter scrivere , una casa sul Lago di Como magari,rinchiudermi in una comune di scrittori che si riuniscono per creare. Dato però, che la casa sul Lago di Como ancora non è arrivata, ho trovato l’ispirazione nella bellissima Biblioteca Classense della città di Ravenna, a cui dedicherò un post speciale, perché è una città in cui mi sono ritrovata per amore.

Schermata 2016-06-12 alle 10.41.23_1
Biblioteca Classense Ravenna

Mi sono decisa proprio qui mentre vagavo in questa bellissima città della Romagna. Entrai in questo luogo incantato,  circondata da volumi antichissimi ed una collezione di film manuali e cd davvero impressionanti.

Mi  sedetti, senza farlo apposta proprio nella sezione teatro e danza e girando  lo sguardo  vidi lui , il re del balletto :  Nurayev! Nel dvd del documentario dedicato ai   suoi ultimi anni………… lo presi come un segno divino.

Si sono molto fatalista. Nel bene o nel male questa cosa mi ha sempre guidato.

Dovete sapere che all’interno della biblioteca Classense convive con i lettori e bibliotecari una colonia felina, dove il capo branco è un grosso soriano nero di nome Obama,il grande gatto nero è sempre in giro, come un familio, un animagus, un daimon.

Non avrei potuto non iniziare se non in luogo cosi magico. Un giorno magari vi scriverò dalla mia casa sul lago, o dalla mia baita in montagna,o dal castello sul mare, per ora scriverò da qui, da un luogo che racchiude altrettante storie ed avventure dal mondo 😊

Quindi che dirvi se vorrete seguirmi , benvenuti a bordo!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...